Il Dpcm del 24 novembre relativo al settore fieristico ha avuto un pesantissimo impatto anche sulla programmazione di Veronafiere, costretta ad annullare tutti gli eventi in presenza del mese di novembre, a cominciare da Fieracavalli, e a spostare tutte le altre rassegne on-line al 100%.

«La decisione del Governo,  ancora una volta presa dall’oggi al domani -ha detto Maurizio Danese, presidente di Veronafiere– di impedire lo svolgimento delle rassegne nazionali e internazionali, dopo aver già fermato quelle regionali, locali, i convegni e i congressi, piomba come un macigno su un settore già molto penalizzato . È un fatto molto grave, perché il settore ha perso da marzo a settembre il 70% del fatturato e a questo si aggiungono ora i danni pesanti dovuti alla sospensione immediata mentre molti quartieri, come il nostro, avevano già iniziato gli allestimenti per le manifestazioni che si sarebbero dovute tenere a breve e per le quali erano stati già predisposti ingenti investimenti».

Cancellata ‘Fieracavalli 2020’, a novembre diventano digitali al 100% tutte le rassegne messe in calendario da Veronafiere.

L’appuntamento di riferimento in Italia con il mondo equestre, quindi, si trasforma: il sito web e i canali social ufficiali diventano il luogo dove la community di Fieracavalli potrà vivere ancora le emozioni della manifestazione. Il cuore della fiera continua a battere!

SEGUICI SU www.fieracavalli.it