ENDURANCE, BRONZO ALL’ITALIA

Data: 12 Settembre 2021

È stata una lunga giornata quella che oggi ad Ermelo, nei Paesi Bassi, ha visto andare in scena il Campionato Europeo Senior di endurance, alla fine della quale l’Italia ha conquistato la medaglia di bronzo, dopo un testa a testa con il Belgio. A strappare ai belgi la medaglia di bronzo sono stati Daniele Serioli, Lorenzo Piccolo e Martina Gaiani che piazzandosi rispettivamente al 9°, al 14° e al 17° posto hanno consentito a tutto il Team Italia, guidato dal cittì Arnaldo Torre, di salire sul podio. Il titolo europeo a squadre è stato vinto dalla Spagna, davanti alla Francia e ai nostri binomi.

Gli azzurri sono stati protagonisti fin dalle prime battute della competizione e per tutti i 160 chilometri del percorso. Sia il campione italiano Daniele Serioli con Jarnak dell’Orsetta sia la campionessa europea uscente Costanza Laliscia con Assim du Barthas sono infatti sempre stati sulla scia del gruppo di testa guidato dai binomi spagnoli e francesi. Ma mentre Jarnak dell’Orsetta superava l’ultimo cancello veterinario regalando a Serioli – 26enne bresciano – un ottimo 9° posto (media di 19.52 km/h; tempo di percorrenza 8 ore, 11 minuti e 42 secondi), Assim du Barthas falliva la “horse inspection” per le andature non regolari al cancello del quinto dei sei anelli di gara.  Stessa sorte, e motivazione, per Aurora Salvati e Nevosu, anche loro fuori dalla classifica individuale dopo il quinto gate.

Determinanti per il bronzo azzurro sono cosi diventate le prove di Lorenzo Piccolo con Saroul de l’Aigoual (17.72 km/h; 9:01:45) e Martina Gaiani con Badmington d’Oc (17.36 km/h; 9:12:59) che dopo una gara guardinga, con tenacia hanno tenuto la posizione fino all’ultimo chilometro, portando così il tempo complessivo di squadra a 26 ore, 26 minuti e 26 secondi, contro il 27:06:08 del Belgio.

Sul podio individuale sono saliti gli spagnoli Angel Soy Coll, medaglia d’oro con Warrens Hill Chayze (20.99 km/h; 7:37:21) e Maria Alvarez Ponton, bronzo con JM Elegido (20.60 km/h; 7:45:58) e il francese Vincent Gaudriot, argento con Bum Baya d’Aqui (20.88 km/h; 7:39:53).

Fonte e foto FISE

‹ Tutte le News